WWE PLANET #716 - TUTTOWRESTLING.COM -=Tutto Sul Mondo Del Pro Wrestling=-
 
TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
 
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 25.3 Impact Planet
 24.3 The New Beginning
 24.3 Impact Wrestling Report
 23.3 5 Star Frog Splash
 24.3 WWE NXT Report
 22.3 WWE Smackdown Report
 22.3 WWE 205 Live Report
 
 





 
 
 
WWE PLANET #716  
by Aldo Fiadone
 


Benvenuti cari lettori di Tuttowrestling.com con un nuovo numero del WWE Planet, passiamo immediatamente alle parole di Marco Astori riguardo quanto visto durante l'ultimo episodio andato in onda di Monday Night RAW.



E’ stata una settimana difficile da descrivere: dopo il mare mosso che ha seguito la disputa di Fastlane, la WWE ha deciso di mantenere calma piatta per questi sette giorni, offrendo davvero pochi spunti di riflessione riguardanti le proprie storyline. Ricordiamo però che mancano due settimane a WrestleMania e che, considerando che la maggior parte dei match sono ormai ufficiali, va data un’accelerata al tutto per dare un po’ di verve, così da perlomeno tentare di far ricredere gli scettici. Andiamo però a cercare il pelo nell’uovo e cerchiamo qualche argomento di discussione nella settimana WWE. Drink it in maaaaaaaaan!

TRIPLE FREAKING H. Raw ha davvero offerto poco. Per carità, la puntata non è stata neanche disastrosa, si è visto di molto peggio: però tirare fuori spunti di discussione si fa davvero fatica. Più che altro perché sono state tre ore dove di nuovo c’è stato poco o nulla. Qualche segmento interessante è stato proposto: cominciando da Paul Heyman, che dopo un periodo non proprio esaltante si è rimesso in marcia, anche se, senza Goldberg, sono un po’ dei promo che lasciano il tempo che trovano. Ci si aspetta che, dopo certi messaggi lanciati, la risposta del destinatario arrivi immediatamente e non dopo sette giorni. Il problema più grande di questo incontro è proprio questo: al di là di quello che può risultare il match a livello tecnico, è la mancanza di interazione diretta che fa storcere il naso. Probabilmente solo nella puntata pre-WrestleMania i due interagiranno direttamente, ma è difficile pensare che la federazione li faccia arrivare alle mani prima dello Showcase of the Immortals. Anche il segmento finale è stato buono, ma faccio fatica a trovarne un senso: ma non a tutto, ma alla minaccia di Stephanie ai danni di Foley. Steph non vede l’ora di licenziare Foley – e questo è ormai chiaro – ma capisco poco il fatto di obbligare il General Manager a licenziare qualcuno: per avere la cosiddetta “rivolta degli oppressi”? Foley avrebbe potuto sbroccare ugualmente dopo tutto quello che Stephanie gli ha fatto patire: si poteva ugualmente inscenare un resoconto di Stephanie, l’ennesimo, dove giudica il lavoro di Foley e minaccia di cacciarlo. E lì il GM avrebbe potuto buttarle in faccia tutto quello che pensava. E l’ingresso di Triple H sarebbe potuto arrivare comunque. Ma tutto è servito al solito seppellimento targato McMahon-Levesque, i quali hanno a dir poco, sotterrato Foley, di cui però, per fortuna, ci libereremo al più presto. La rissa con Rollins è stata ben fatta: l’incontro tra i due resta ancora in standby e, con la presa finale al ginocchio di Rollins, pare ancora più incerto in chiave storyline. Non male neanche l’angle con protagonista Roman Reigns, a mio parere l’highlight della puntata: coerente la scelta di far uscire Shawn Michaels, che Undertaker lo conosce molto bene. Ha consigliato, data la personale esperienza, di tenere lontano Taker dalla sua testa, e ha ragione: Michaels è arrivato addirittura a mettere in palio la carriera pur di affrontarlo a WrestleMania.Il nuovo Reigns cazzuto comunque non dispiace: era difficile credere al Reigns amorevole e bonaccione. Invece questo Roman, che se ne sbatte di tutto e vuole andare solo alle mani non è male. Anche perché, come ribadito più e più volte, l’unica alternativa che ha la WWE è quello di girarlo heel. Consapevoli che prenderà fischi su fischi in ogni arena, tanto vale buttarlo tra le fila dei cattivi e almeno le contestazioni avranno una motivazione, oltre a quella di come è stato presentato in questi anni. Abbiamo visto anche il turn di Dana Brooke ai danni di Charlotte, che francamente capisco ma reputo i tempi sbagliati. Le due avevano mostrato qualche dissapore, semplicemente però a novembre/dicembre: a marzo non c’erano i presupposti per una ribellione, seppur qualche segnale di disaccordo è stato inscenato, ma troppo poco. Dana è stata accolta abbastanza bene dal pubblico, ma principalmente a causa del buon lavoro di Charlotte da heel. Ma se ci troviamo a parlare del turn di Dana Brooke come momento importante della puntata, vuol dire che c’è qualcosa che non va.

Dopo le parole di Marco su RAW, sarò io, Aldo Fiadone, a parlarvi di SmackDown Live.

ORO COLATO
Onestamente è questa la frase che si lega alla perfezione con lo show blu, spettacolo da ogni lato, show solido che unisce un booking gestito davvero bene a del buon wrestling - il match tra Randy Orton ed AJ Styles della scorsa settimana conferma il tutto – che ne alzano quindi l’asticella.
WrestleMania si avvicina e quasi tutte le rivalità stanno vivendo la loro fase più calda; da Randy Orton vs Bray Wyatt - il lato psicologico che avvolge questi due è affascinante – John Cena e Nikki Bella contro The Miz e Maryse, Alexa Blyss e le restanti Divas del roster e Baron Corbin faccia a faccia con Dean Ambrose.
Tra l’altro, in quest’ultima parte notiamo un Corbin che si spinge oltre alla classica programmazione PG e questo non può far altro che bene al suo personaggio.
La presenza di Corbin nello show blu è sinonimo di miglioramento esponenziale, si perché il vincitore della Andrè The Giant Memorial Battle Royal di WrestleMania 32 da quando milita nello show blu è cambiato in modo quasi totale, cosa visibile ad occhio nudo.
Leggo in giro molti commenti negativi su questo feud, onestamente non è di certo roba da cinque stelle, ma è gestito in modo semplice e utile esclusivamente per dare un push al LoneWolf che, qualora vincerà davvero l’Intercontinental Championship sarà chiamato a dimostrare di valere quel titolo e di “vendersi” per l’ottimo midcarder che tutti ci aspettiamo sia e perché no?! Magari, nel breve futuro anche un main eventer di livello.
Se proprio devo mettermi a trovare il pelo nell’uovo, bisogna ammettere che la gestione dei titoli di coppia non rende le aspettative.
Gli American Alpha meritano quelle cinture, atleticamente hanno dimostrato e continuano a dimostrare molto, i loro personaggi sono apprezzati dal pubblico e quindi su questo team non si discute, ma davvero, la tag team division di SmackDown è povera e gli Usos heel o gli Ascension con un look davvero bello, non bastano per arricchirla.
Serviranno nuovi innesti e servirà assolutamente rendere più interessanti le rivalità future che circonderanno quelle cinture.

Veniamo adesso alla Top e Flop 5 della settimana.

RAW TOP 5:
1 – Triple H
2 – Austin Aries
3 - Samoa Joe
4 – Kevin Owens
5 – Roman Reigns

RAW FLOP 5:
1 – Sami Zayn
2 – Dana Brooke
3 – Jinder Mahal
4 – Chris Jericho
5 – Seth Rollins

SmackDown Live TOP 5:
1 – AJ Styles*
2 – Daniel Bryan
3 – John Cena e Nikki Bella
4 – Mickie James
5 – American Alpha

SmackDown Live FLOP 5:
1 – Dolph Ziggler
2 – Alexa Bliss
3 – Natalya
4 – Becky Lynch
5 – AJ Styles*

*Sicuramente vi starete chiedendo perché AJ Styles è presente in entrambe le classifiche, e proprio per questo motivo ci tengo a spiegarvi la mia considerazione.
La prima posizione della Top 5 è connessa al suo attacco ai danni di Shane McMahon, a come la WWE continua a gestirlo e, infine, a come hanno mandato avanti questa storyline che, seppur faccia storcere il naso non vederlo più con il titolo attorno la vita, è lineare, coerente, perfetta.
In più lo stesso Phenomenal One ha svolto e continua a svolgere un lavoro a dir poco eccezionale.
La quinta e quindi ultima posizione nella Flop 5 è invece riferita al suo licenziamento da parte di Daniel Bryan, quindi una valutazione fatta dal punto di vista “on screen”.

Anche per questo editoriale è tutto, da parte di Marco Astori e di Aldo Fiadone è tutto, l’appuntamento è per la prossima settimana con il WWE Planet, solo su Tuttowrestling.com.

Have A Nice Day :)




Tutte le news sul tuo account Facebook con un LIKE! CLICCA QUI
Segui Tuttowrestling.Com sulla nostra pagina Twitter: @Tuttowrestling



by Kaine1 @19/03/2017 14:19:55

Reigns è sempre lo stesso inguardabile come al solito. Nel segmento con HBK si vedeva benissimo che stava recitado frasi imparate a memoria con verve 0 peraltro. Styles-Orton grande match solo di A.J., Orton abbastanza anonimo sul quadrato.

Clicca qui per visualizzare tutti i commenti nel forum
   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2017 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE