TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 8.12 WWE Planet
 8.12 WWE NXT UK Report
 8.12 WWE Main Event Report
 8.12 Impact Wrestling Report
 7.12 WWE Smackdown Report
 6.12 The Other Side
 6.12 WWE NXT Report
 
 







 
 
 

Voci sulla ritardata ripartenza della WWE dall'Arabia


by TW Staff
 
[Indietro]

Emergono clamorosi voci circa il "vero" motivo del prolungato problema che avrebbe trattenuto gran parte del roster della WWE in Arabia Saudita. La fonte è l'ex telecronista WWE in lingua spagnola Hugo Savanovich, che attualmente lavora lavora per la AAA e cura un podcast video nelle sue pagine social. Savinovic ha ottimi rapporti e contatti a Stamford, ed avrebbe ricevuto notizie ufficiose circa i reali motivi dello stop.

Se la versione ufficiale è quella di un problema tecnico all'aereo, secondo Savinovic la realtà è che l'aereo avrebbe avuto sì dei problemi, ma a questi si sarebbe aggiunto un clamoroso contenzioso tra Vince McMahon ed il Principe Saudita, ed il motivo sarebbe dovuto a dei ritardati o mancati pagamenti.

La WWE infatti non ha ancora ricevuto i soldi degli show organizzati in Arabia Saudita. La federazione lo ha anche fatto piuttosto capire nelle relazioni di cassa, seppur non menzionando mai direttamente gli arabi, e la cifra in ballo sarebbe consistente, oltre i 300 milioni di dollari. Per questo motivo, Vince McMahon avrebbe deciso di bloccare la messa in onda del ppv in territorio arabo, tagliando i feed televisivi ad evento in corso. Come immediata ritorsione, il Principe avrebbe ordinato di trattenere tutti i dipendenti della compagnia e tutto il roster, impedendo ogni soluzione alternativa all'inconveniente tecnico. In effetti, come fa notare proprio Savinovic, senza questo "embargo" non sarebbe stato così complesso per la WWE trovare soluzioni alternative, magari con ulteriori scali e con piani di volo leggermente più lunghi.

LA CNN ha confermato le voci dello stesso Savinovic, e questo ovviamente getta un'ombra pesantissima sia in merito ai ricavati che la WWE dovrebbe generale da questi show, Crown Jewel compreso, sia soprattutto sulla possibilità di esibirsi nuovamente in Arabia Saudita. Da ricordare, infatti, come diversi Wrestler si siano particolarmente arrabbiati per l'accaduto, ripromettendosi di non tornare mai più in terra Saudita. Ricordiamo, tuttavia, come la WWE si sia impegnata con gli Arabi con un accordo addirittura decennale, e questo potrebbe dunque essere un ulteriore motivo di contrasto tra le parti.

   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2018 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

Cambia le Impostazioni Privacy

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE