TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
blank
blank
blank
 
blank blank
blank
 bulletblank8.4 Natural Selection
blank
 bulletblank7.4 WWE Raw Report
blank
 bulletblank6.4 WRESTLEMANIA 36 PART 2 REPORT
blank
 bulletblank6.4 WWE Main Event Report
blank
 bulletblank5.4 WRESTLEMANIA 36 PART 1 REPORT
blank
 bulletblank5.4 Impact Wrestling Report
blank
 bulletblank4.4 The Whole Damn Show
blank
blank
 
blank
blank blank blank
 






 
 
 

CM Punk risponde ai rumors sul suo ritorno


27/06/2019 11:54:43 by Daniele La Spina
 
[Indietro]

CM Punk 2
Due giorni fa CM Punk è stato ospite al Mystery Hour Show con Jake Wesley Rogers e durante l'intervista che lo ha visto protagonista ha parlato della sua vita attuale, dei suoi impegni, del suo passato e dei sogni ma anche di wrestling. In particolare il presentato Jake Wesley Rogers gli ha chiesto una risposta ai rumors che lo vedono in procinto di tornare. Nel corso dell'intervista Punk ha anche raccontato il famoso promo della “Pipe Bomb”, e parlato di sua moglie AJ Lee.

Sul quale sia la sua risposta ai rumors che lo vogliono vicino al ritorno al wrestling:

“Ci sono tanti fan là fuori. E molti dicono che io odi i miei fan perché li tratto così e cose del genere. Io penso di essere la persona più gentile del mondo se mi si tratta con rispetto. Il fatto è che il wrestling per me, dopo un po', è diventato un lavoro. Un lavoro che non mi soddisfaceva più, in nessuna maniera; non m'importava dei soldi, non avevo nessuna gioia nel farlo e non ero felice. Sono stato infelice per davvero tanto tempo e mi sono reso conto che stavo rendendo infelice tutte le persone attorno a me. Ero stufo e avevo dolori ed era una brutta situazione non solo per me e la mia famiglia ma… Sono sicuro, guardando la cosa adesso, 5 anni dopo – sono sicuro guardandola dall'altra parte – che ci fosse gente che dicesse cose tipo: “Oh, ecco che arriva quello lì”. Capisci? Era una brutta situazione e avevo bisogno di uscirne. E quando una cosa non ti soddisfa più, hai proprio bisogno di uscirne. Era come una relazione tossica e dovevo triarmene fuori. Da allora sono cresciuto come persona, sono felice adesso ho altre cose da fare. E sì, certo: grazie al wrestling mi è stato chiesto di scrivere fumetti, di recitare in dei film – uno, anzi due dei quali in uscita ad ottobre – e altro cose. Il wrestling mi ha trattato davvero molto bene. Ma per tanto tempo non lo ha fatto. Perciò sono orgoglioso di quegli anni, sono felice di avere fan che mi amano e mi ricordano in questo modo [riferito all'ovazione del pubblico]”.


L'intervista completa è disponibile qui, a partire dal minuto 10 circa.